giovedì 10 ottobre 2013

Briefing Aziendale N.4: Un anno di Paperinik AppGrade - Considerazioni


Paperinik, si sa, è uno dei miei personaggi dei fumetti preferiti: qualsiasi sua incarnazione stuzzica la mia attenzione.
Ormai un anno fa Disney Italia inaugurò una nuova testata dedicata al papero mascherato più amato di tutti i tempi (e non sto parlando di Darkwing Duck), Paperinik AppGrade, e oggi ci ritroviamo qui, a tirare le somme.

Anche se ci piacerebbe avere i tuoi fumetti in Italia, Duck.

Com'è? Vale i 3,20  che costa? Scopriamolo insieme nel quarto briefing aziendale di Balzar Corporation!

Di fronte a Paperinik AppGrade non si può che avere una prima reazione: CHE. SPLENDIDE. COPERTINE. 



Che goduria!

Le cover metallizzate (quasi tutte ad opera dell'ottimo Andrea Freccero) sono una gioia per gli occhi e hanno un sapore decisamente pikappico. Non nascondo che il motivo principale per cui acquisto questa testata sono appunto le fantastiche copertine.

Purtroppo, ahinoi, si sa che l'abito non fa il monaco e in questo caso il contenuto delude le aspettative scaturite dall'involucro: Paperinik AppGrade non è altro che l'ennesima testata Disney MINESTRONE, contenitore di storie tratte da Topolino ristampate qui e apparentemente slegate fra loro (anche se all'interno di uno stesso albo tentano di seguire un certo filo conduttore come ad esempio il calcio, le vacanze estive...).


E la selezione non premia nemmeno la qualità: ci sono autentici capolavori (come le mitiche storie del ciclo Leoni/Negrin) affianco ad autentici sgorbi con trame e concetti a dir poco imbarazzanti.



Per non dimenticare.

Tutto, in Paperinik AppGrade, tenta di essere un richiamo al mondo della tecnologia, a cominciare dal titolo stesso (AppGrade) e dal tema ricorrente delle rubriche, che sono chiamate PKAPP.
Un tentativo che lascia il tempo che trova, ma forse un ragazzino lo può ritenere... figo. Boh.
Per enfatizzare la cosa, c'è anche il sito web collegato alla testata: http://www.paperinikmagazine.it/

Andate giusto a scaricare gli sfondi.

Il sommario è dunque composto da una STORIA INEDITA, la selezione casuale di cui abbiamo già parlato prima (cinque o sei avventure per volume) e, in chiusura, la ristampa -stavolta cronologica- delle cosiddette storie "Cult", quelle che hanno fatto la storia di Paperinik (dunque si comincia con "Paperinik, il Diabolico Vendicatore" nel primo numero e così via).

Che ho comunque letto 1000 volte ma, ehi, fa sempre piacere.

Se la qualità delle cult è fuori discussione e quella delle ristampe interne è altalenante, il vero metro di paragone di Paperinik AppGrade sembrano essere dunque le storie inedite.
Purtroppo, nonostante la saltuaria presenza di nomi importanti come Sisti, ben poche superano di molto la sufficienza, una su tutte la buonissima "Paperinik contro... Capitan Paperopoli" (Gagnor/Lavoradori) pubblicata nel numero 9.

Ed ecco a voi Capitan America Paperopoli.

È da segnalare una chicca inserita per strizzare l'occhio ai fan di vecchia data nostalgici (e, penso, per creare hype in vista del ritorno di PK), una chicca che tuttavia, a mio avviso, si è fatta via via più irritante man mano che i mesi passavano: le citazioni/inside joke relative al mondo pikappico: giochi tratti da RomPK, illustrazioni con Uno e Camera 9, Evroniani a caso...

Beh, ci sta.

Su, è un'immagine.


Beh, è una rubrica di poco conto.

In copertina? Beh, bellissima!

Fin qui tutto simpatico, ma quando mi fai un PAPERINIK (non PK) con un EXTRANSFORMER in una storia inedita... beh, non ha ALCUN senso.

NO, NO, e poi NO. Che mi significa 'sta cosa?!?

A volte son capitati anche dei riferimenti/parodia a vari personaggi di altri fumetti a sfondo supereroistico, ma nulla di trascendentale.

Un graditissimo omaggio a Miller.

Spidey e Iron Man! 

Stan "the man"... Quee.

Dunque, cosa pensiamo qui in Balzar Corporation di Paperinik AppGrade? 
Onestamente, siamo piuttosto freddini in merito. Come detto all'inizio, il motivo principale per cui continuiamo a comprarlo sono le copertine, e ho detto tutto.


Enfatizzo la delusione con questo gattino triste. INTRISTITEVI!

Lo consiglierei a qualcuno? Dipende.

Siete nuovi lettori del papero mascherato e volete un mensile regolare per leggere diverse sue storie? Paperinik AppGrade lo fa discretamente, e a volte ci sono delle belle avventure. 


Siete dei collezionisti che vogliono avere TUTTE le storie di Paperinik e hanno già collezionato la precedente testata "Cult"? Valutate se sia il caso di acquistare un albo da 
3,20 € per una singola storia.

Volete semplicemente leggere le più belle storie dell'eroe di Paperopoli? Recuperate ai mercatini determinati "Paperinik Cult" (specie i primi numeri) e valutate di mese in mese se vi interessa il sommario di AppGrade.


Paperinik AppGrade è tutto fuorché una testata imprescindibile, ma è in grado di intrattenere decentemente.
Fate i vostri conti.


Io, dal canto mio, proseguirò nell'acquisto per godermi delle splendide illustrazioni di copertina e sperando di leggere qualche storia che mi son perso del duo Leoni/Negrin, come ad esempio "Paperinik e la Minaccia del Time Slide".

In questo momento potete trovare in edicola il numero 13 (il primo made in Panini, peraltro)!



Magnificenza grafica.



Heil Karin!




5 commenti:

  1. Mamma mia, la storia con Jack Kirby ed i personaggi Marvel era strabellabellissimissima.

    RispondiElimina
  2. per curiosità, ma che buste per fumetti utilizzi per imbustare i paperinik?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, sai che non lo so? Comunque non calzano a pennello, son tipo formato manga extra-large. XD

      Elimina
  3. Ho visto la testata in edicola e l'avevo ignorata in automatico in quanto mi sembrava l'ennesima raccolta, ma già il fatto che vi sia qualche storia nuova per quanto mi riguarda vale 3.20€ che è comunque poco rispetto al prezzo medio di altre tipologie di fumetto. Credo che a questo punto le darò uno sguardo anche se non mi sembra una collana da collezionare necessariamente, anzi. Utilissima recensione!

    RispondiElimina