mercoledì 3 luglio 2013

Di giappominkia, marvelminkia e altri talebani del fumetto


Qui alla Balzar Corporation non abbiamo grandi pretese riguardo al nostro personale: gentaglia come negri, ebrei, italiani o messicani è ben accetta! Qui vige l'eguaglianza: non conta un cazzo nessuno!


Come ci ricorda il sergente Hartman.

Ma ad essere pignoli, in effetti, esiste gente che non ci piace.
Ma proprio no. 
I razzisti e gli omofobi, in primo luogo. 
Ma, visto che siamo in un blog prevalentemente fumettistico, una menzione d'onore va certamente ai talebani del fumetto: giappominkia, marvelminkia, DCfag e chi più ne ha più ne metta: ne esistono per ogni filone, provenienza geografica, target. 
La domanda principale che pongo a questi individui è: "Perché esistete?"

Reazione tipica di queste "persone" ad un'osservazione sensata.

Queste vere e proprie CAPRE rovinano il mondo del fumetto paventando un'inesistente superiorità a prescindere di un genere/provenienza geografica rispetto ad un'altro/a:
-I manga son meglio dei "fumetti" (perché pensano che siano un'altra cosa, ma ci torniamo);
-I fumetti americani hanno solo supereroi;
-I fumetti italiani sono per vecchi pallosi;
-I fumetti stranieri sono strani e infantili;
-Il fumetto Disney è per bambini;
-Fumetto francese? Esiste il fumetto francese?
-I manga son disegnati male, hanno gli occhioni e sono stupidi;
-Marvel è bella, DC fa cagare;
-DC è bella, Marvel fa cagare:

Queste e altre posizioni palesemente ridicole sono sempre esistite, ma sono letteralmente ESPLOSE con la nascita del web (o meglio: della sua componente social). 

E mentre noi ci scanniamo,
lui se la ride.

I più irritanti, in tal senso, sono i fanatici del Giappone, perché al momento sono i più numerosi (o comunque i più rumorosi) della rete: orde di infanti che definiscono se stessi OTAKU (senza, evidentemente, sapere che la parola originale è un dispregiativo), considerano MERDA tutto ciò che non è manga (anche se di solito non sanno leggere e preferiscono gli anime), pensano che la Nippolandia sia il Paese dei Balocchi dove la gente gira in cosplay, si insegna Naruto a scuola e la censura non esiste.

Come i giappominkia pensano sia il Giappone...

...com'è in realtà.

Irritanti come un centinaio di pizzichi di zanzara sulle gambe, vivono di cosplay (che da omaggio al medium fumetto diventa la passione centrale), yaoi (le ragazze, ma non solo), J-Pop (confesso: anch'io) e anime (anime di moda, ovviamente).
Qualcuno si azzarda ad aprire un fumetto ma, manco a dirlo, dev'essere categoricamente giapponese. 
E GUAI a chiamarlo FUMETTO in loro presenza! Il mantra che amano ripetere è "Un anime non è un cartone, un manga non è un fumetto": tramite questa definizione ci tengono a rimarcare il fatto che la produzione giapponese è più matura e impegnata rispetto a quella di tutto il resto del mondo.
Beh, cari miei, questa è una CAZZATA. Una GROSSA CAZZATA.


MASSIMA DEL GIORNO

"Un anime È un cartone animato
e
un manga È un fumetto!"

Solo perché quel pirla di Sheldon dice una cosa, non vuol dire che sia vera.
Peraltro, giappominkia di ogni dove, Sheldon è americano, lo sapevate?

"Manga", infatti, non è altri che la parola che i giapponesi utilizzano per riferirsi ai fumetti (anche quelli occidentali): noi adoperiamo (impropriamente) questo termine per definire i fumetti di provenienza orientale, ma sempre fumetti sono. Stesso identico discorso vale per la diatriba anime/cartoni. Fatevene una ragione.

Proprio per questo loro misconception secondo cui un manga è un qualcosa di altro rispetto ad un fumetto, molti di loro (anche per colpa di Bakuman) sono convinti di poter davvero diventare mangaka.
Non fumettisti, mangaka proprio.
Magari su Shonen Jump.
Poveri stolti.

Bakuman ti sprona a diventare mangaka.
Anche tu ce la puoi farcela (ma anche no)!

Direte voi: "ok, leggono solo fumetti giapponesi e guardano solo cartoni giapponesi,, ma almeno li conosceranno strabene. O no?". NO.
Questa gente si limita a seguire qualche serie (di solito, come ho già detto, quelle che vanno di moda fra le loro cerchie otaku) e pensa che QUELLE siano le migliori mai create. Che caso.

Best anime evah.

Ho parlato dei giappominkia, ma nel corso della mia vita ho avuto discussioni analoghe anche con talebani di altro genere: adulti che hanno TUTTI i fumetti Bonelli e mi canzonano perché leggo Topolino (quando invece sappiamo tutti quanto vale Topolino, vero?).

Gente che legge solo comics americani/britannici e pensa che i manga siano solo robaccia stupida.

Ragazzine che si sono avvicinate al fumetto Marvel con il film Avengers e si immaginano gli yaoi con Thor e Loki.

Persone che si fossilizzano sul solo fumetto Disney per tutta la vita senza mai "assaggiare" altro perché "troppo diverso".

Rhyhorn è un Pokémon dal cervello minuscolo
che comincia a correre senza motivo e va a sbattere contro
 tutto quello che si trova sul suo cammino. È così stupido che non
si ferma nemmeno quando si fa male, dato che prova dolore solo
 il giorno dopo. Quando comincia a correre, spesso, non si ricorda
nemmeno perché ha iniziato. 


Chiudo con un'esortazione: non vi dico di leggere tutto, ci sta che preferiate lo stile di un popolo o un genere rispetto ad un altro, ma rispettate anche gli altri.
Esistono schifezze e capolavori in ogni dove: personalmente non vivrei mai senza Dragon Ball, ma nemmeno senza PK o Batman. È difficile come concetto?
E, soprattutto, non andate in giro a gridare "UN ANIME NON È UN CARTONE!11!1!!": non siete eroici otaku, siete degli imbecilli.

Momento pippone filosofico/culturale, perché in Balzar Corporation queste cose contano.
Questo problema che intacca il mio mondo, il mondo che amo, quello del fumetto, è in realtà lo specchio di un comportamento sociale diffuso in tantissimi ambiti: le persone tendono a considerare meglio ciò che fanno/amano/sono loro rispetto a ciò che compete gli altri: le squadre di calcio, i partiti, la nazionalità, le religioni. E ditemi che non ho ragione. 
Ma se si imparasse ad aprire la mente, forse, questi problemi e queste discussioni si troncherebbero sul nascere. 
E il mondo sarebbe un pelo più vivibile.
Forse.

Io che mi improvviso saggio.


Heil Karin!




Solite note finali: di solito consiglio una pagina, un articolo o qualcosa.
Stavolta, invece, visto che è un post di sfogo anti-talebani (con una particolarissima attenzione a quelli jappi), vi SCONSIGLIO tutte le pagine che si autodefiniscono "OTAKU", "BAKA" o altre cavolate simili. Una su tutte OTAKU NO EMPIRE, una pagina Facebook assolutamente ridicola che prosegue nelle sue crociate "anime is not cartoon" con veemenza, posta notizie senza conferma e in generale è la quintessenza del giappominkismo. Non mi capacito del fatto che abbiano il benestare di gente come Dario Moccia che si batte contro questa settorialità dei fumetti, ma tant'è.
A seguito di una discussione che ebbi con gli admin della pagina in merito ai soliti argomenti (gli anime sono meglio dei cartoni e sono più maturi gne gne gne, roba di questo genere), ho notato con divertimento che ORA questi figuri parlano ANCHE di Game of Thrones, Sin City e altre amenità occidentali, ma ovviamente io e altri che li abbiamo indirizzati in quella direzione rimaniamo bannati. LOL. Evitateli come la peste.


123 commenti:

  1. Gli otaku ce l'hanno più duro!!!

    Frase talmente *non so nemmeno io come definirla* che mi fa paura anche solo averla pensata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ooooh! Il mio rimpiazzo preferito! :D

      Elimina
  2. Io ogni sera, prima di andare a dormire, faccio controllare a mia madre se sotto il letto o se nell'armadio c'è qualche Otaku.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ci metto direttamente le parrucche da vocaloid avvelenate.

      Elimina
  3. Boh, io sono admin di OnE ma non ho mai scritto articoli/fatto distinzioni trà anime e cartoni, per me sono la stessa cosa, solo con uno stile grafico differente...
    Odio molte serie occidentali ma non perchè ''non sono anime quindi sono cose brutte'' ma perchè mi annoiano/hanno un umorismo spicciolo, stessa cosa vale per molti ''anime'' che disprezzo allo stesso modo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardo se ho da parte degli screen di quelle discussioni, ricordo un bel personaggino disegnato in stile orientale con la scritta grossa come una casa "anime is not cartoon" che faceva un ancor più bello DITO MEDIO.
      La discussione scaturì in una vostra uscita più o meno simile:
      "gli anime sono più maturi dei cartoni, e meritano più attenzione".
      Sono felice tu sia venuto a commentare, ma non è negando ciò che è stato che troverai una scusa ragionevole. :)

      Elimina
    2. Non è un mio post e non ho partecipato alla discussione.
      OnE non è fatta da un solo admin, ce ne sono diversi e ognuno con le proprie opinioni.

      Elimina
    3. Se avete degli admin che ragionano in modo assurdo e pubblicano affermazioni false, ne viene penalizzata la qualità della pagina tutta, non trovi?
      Senza contare che il fatto che vi definiate "otaku" penalizza già il tutto. :)

      Elimina
    4. Sinceramente, non me ne frega niente, e non mi sono mai definito Otaku

      Elimina
    5. Contando che la vostra pagina si chiama OTAKU no Empire e che tu ne sei l'admin mi verrebbe da pensare diversamente. Sbaglierò.

      Elimina
    6. Boh, non lo sò e non mi importa, non mi definisco un otaku e questo basta

      Elimina
    7. Contento te, contenti tutti. :)

      Elimina
    8. Non sono contento, non ho ragione di esserlo. è solo la verità.

      Elimina
    9. Queste immagini son presenti sulla tua pagina.
      Sono inesatte e per di più una è addirittura tesa ad offendere chi invece ritiene (giustamente) che un anime sia EFFETTIVAMENTE un cartone animato. Al 100%.
      E non è importante che le abbia messe un altro admin. È anche tua responsabilità, la pagina è anche tua. :)
      OVVIAMENTE le mie risposte in cui ve lo feci notare furono sistematicamente cancellate e io fui bannato...
      Il tuo concetto di verità è peculiare.

      https://www.facebook.com/photo.php?fbid=470593309668687&set=a.469570306437654.108100.112623645465657&type=3&theater
      https://www.facebook.com/photo.php?fbid=423083607752991&set=a.469570306437654.108100.112623645465657&type=1&ref=nf

      Elimina
    10. Vi cito: "La pratica insegna inoltre che parlare di cartoni animati rimanda la coscienza collettiva verso opere di intrattenimento per bambini, quindi è chiaro che quando si parla di cartoni giapponesi è bene specificare visto che la maggior parte di essi sono rivolti a ragazzi o adulti e che la mancata specificazione porta spesso e volentieri a pregiudizi da parte sia della gente, che dei perfino dei media."

      Errato, esistono cartoni occidentali più maturi e altri meno, come esistono cartoni orientali più maturi e altri meno. La gente ha pregiudizi? Sicuro. E voi con loro.

      Elimina
    11. Altra perla:
      " gli anime son cartoni, ma frega a tutti gli appassionati far notare che gli anime sono cartoni "speciali" che non meritano di essere riadattati, mutilati e censurati."

      Quindi gli altri meritano di essere censurati? Pff.

      Elimina
    12. allora dimmi come ti chiami che ti sbanno se ci tieni... come ti ho detto, a me non frega niente dei post degli altri admin perchè ho una politica mia totalmente differente a riguardo, però non sono un fottuto hipster e non mi metto a rompere le palle agli altri per quello che postano.

      Elimina
    13. Non mi frega niente di essere "sbannato", siamo alle elementari? XD
      Ho consigliato di stare alla larga dalla vostra pagina, pensi ci voglia tornare? :)

      Elimina
    14. e allora perchè ti lamenti con me di essere stato bannato? Vuoi fare l'attention whore?
      Io stò solo dicendo che non puoi giudicare tutti gli admin a tavolino, voglio che tu aggiunga un (tranne Zolf) all'articolo

      Elimina
    15. Non mi sto "lamentando" di essere stato bannato:
      sto DICENDO di essere stato bannato per aver sostenuto le stesse argomentazioni di questo articolo e sto sconsigliando la vostra pagina.
      Tranne Zolf? Sticazzi, onestamente.

      Elimina
    16. >2013
      >not posting tranne zolf
      figliolo, mi hai deluso, si vede che sei poco professionale e superficiale quando scrivi un'articolo.
      Io considero merda Toradora, ma per considerarla tale ho visto l'anime sia in ITA che in SUB ITA/ENG, e ho giocato pure la novel.
      Non puoi spalare merda gratuitamente su gente che non ti ha fatto nulla e che ha una politica diversa.

      Elimina
    17. Giuro, non ho capito l'ultima risposta.
      Che è

      >2013
      >not posting tranne zolf

      E che c'entra Toradora? XD

      Elimina
    18. >2013
      >not knowing how to greentex
      toradora era un esempio per farti capire che per giudicare una cosa e sconsigliarla, devi vederla a fondo e conoscerla bene

      Elimina
    19. Uhm, esempio ballerino e molto alla larga, ma potrebbe anche starci.
      Ma cosa c'è di più da conoscere?
      -Vi definite otaku (non dire di no perché è il NOME DELLA TUA PAGINA;
      -Su quella pagina si sostiene la -inesistente- superiorità di alcuni fumetti e cartoni nei confronti di altri senza motivo alcuno se non per provenienza geografica;
      -Per aver rimarcato questo, diverse persone (me compreso, ma poco importa)son state bannate ingiustamente.

      A te non importa? Non è la tua politica? Ma è ciò che succede nella TUA pagina, ed è anche responsabilità tua, avere più admin non vuol dire che ognuno può fare il bello e il cattivo tempo. E una pagina che porta avanti idee errate, che banna senza motivo e che non ha rispetto per la Nona Arte è una pagina che io, in quanto blogger, nel mio piccolo, mi sento di sconsigliare. Nel mio blog.

      Detto questo, ti sei impuntato sul fatto che vi ho citati in senso negativo (il che è comprensibile, ti sei sentito "toccato"), ma ti chiedo: il resto dell'articolo lo condividi oppure no?

      Elimina
    20. -nah, la responsabilità per me è di chi posta....
      -se la pagina si chiamasse Fantozzi non significherebbe che sia Fantozzi stesso a scrivere
      - non condivido tutto l'articolo, per me parte dei fumetti italiani, purtroppo, sono effettivamente per vecchi pallosi.
      generalizzi troppo per me....

      Elimina
    21. -Su questo non c'è discorso, evidentemente la responsabilità condivisa non ti rimbalza;
      -? Nonsense. Fantozzi è una persona, otaku è una categoria. Impero degli Otaku, sei admin, sei otaku. O che ci fai lì?
      -Come parte dei fumetti giapponesi. E parte dei fumetti americani. Perché quelli giapponesi dovrebbero essere migliori? Perché sì? Bah.

      Elimina
    22. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    23. Della serie "tu sì che sei un grande"
      https://www.facebook.com/photo.php?fbid=534146636620995&set=a.425322877503372.85372.259872344048427&type=1&relevant_count=1

      Elimina
  4. A me non importa di che nazionalità sia, ma prevalentemente seguo quelli giapponesi perché incontrano i miei gusti più di altri xD
    Poi a volte mi capita di seguire serie di successo ma non perché siano famose, ma perché mi piacciono punto xD (se poi han fatto successo ci sarà un motivo... ci sono persone che le giudicano solo perché vanno di moda e quindi dicono che sono brutte/giappominkiose senza nemmeno guardarlo!).

    Io non mi definisco quasi mai otaku perché so qual è il significato della parola e quindi mi considero una semplice appassionata, solo per farmi "capire" uso questo termine xD

    In conclusione, non mangiatemi, ma a me ha rotto un po' Dragonball :\ Bella la prima serie e un po' la seconda... ma dopo un po' è ripetitivo :\

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che tu segua prevalentemente (o esclusivamente, per carità) i fumetti di un certo tipo o di un certo luogo ci sta tranquillamente, l'ho già detto nell'articolo: l'importante è il modo di porsi e non sparare fregnacce.
      Consiglio spassionato, evita il termine otaku in tutti gli ambiti. ;)

      Dragonball spero tu abbia letto il manga per dare questo giudizio, perché l'anime è una sola. Uno degli shonen più importanti di sempre, di sicuro il mio preferito. Ma qua ovviamente son gusti.

      Elimina
    2. In effetti di manga ne ho letto solo qualche numero e della prima serie... xD

      Elimina
    3. Consiglio CALDAMENTE la lettura, ma ne riparlerò in un articolo apposito. :)

      Elimina
  5. Sottoscrivo questa definizione "personalmente non vivrei mai senza Dragon Ball, ma nemmeno senza PK o Batman".

    RispondiElimina
  6. Bell'articolo, quoto in pieno XD
    Ma otaku non è un po' come il termine nerd? Ovvero ha accentazione negativa, ma viene usato nell'ambito proprio per fargli perdere il 'potere' di insulto... Io l'ho sempre inteso così O.O (sì sì, lo so che in Giappone è sempre e comunque un termine dispregiativo, intendo all'estero).
    Non che sia una grande amante delle etichette in genere, ma personalmente definisco otaku un vero appassionato, che conosce bene ciò di che sta parlando, quindi quelli che sbraitano 'i manga non sono fumetti/gli anime non sono cartoon' vengono esclusi automaticamente dalla definizione XD Incoerenza over 9000.

    -Diana

    P.S. Io qualche fumetto italiano l'ho letto ultimamente, e su questo concordo con i giappominkia: (molti) sono decisamente pallosi... ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il termine otaku ha (in originale) un'accezione assolutamente negativa, una vera e propria piaga sociale, mentre il "nerd" anche in America è sì uno sfigato, ma tendenzialmente solo un "soggettone". Ad ogni modo, chiaramente, etichette a parte, l'incoerenza non è di casa in questi individui che vivono il Giappone come una religione. Vatti a leggere le loro pagine, roba da brividi. XD
      Il fumetto italiano, così come quello giapponese, è una definizione troppo generica. C'è Tex ma c'è Topolino, c'è Zerocalcare ma c'è Gipi, c'è Witch, c'è Ortolani, c'è Recchioni... tutti così diversi fra loro che è impossibile buttarli nello stesso calderone. :)
      Così come ci sono cartoni giapponesi SPETTACOLARI e altri che sono il NULLA cosmico.

      Elimina
    2. Io asapevo che si. l'otaku fosse considerato una piaga sociale, ma soprattutto dopo una strage commessa da un otaku... da quella volta vennero visti seriamente male.. questo sapevo >.< Poi boh può essere che mi sbaglio -L

      Elimina
    3. Guarda, non ho mai sentito questa storia ma mi puzza di fake. Gli otaku sono un'autentica piaga sociale perché non hanno rapporti umani, sono dei disadattati, vivono solo delle loro passioni in maniera morbosa... in Giappone è veramente un'emergenza sociale, a prescindere dal fatto che ci sia stato un otaku pazzo omicida o meno. ;)

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    5. Davide, mi stupisce che un sedicente colto come te, uno che si vuole distinguere dalla massa dei "giappominchia", ignori che otaku è semplicemente un modo di chiamarsi molto formale, usato dagli appassionati di anime e manga da fine anni '80 in poi.
      http://www.otakunoempire.it/?p=114
      Il termine era una normalissima etichetta, ma come spiega la mangaka Keiko Ichiguchi assunse POI un significato dispregiativo, dopo la tragedia in cui morirono quelle bambine.
      Riassumendo, sostenere che otaku sia un insulto vuol dire dare corda a quella parte di persone ignoranti e piene di pregiudizi verso tutti gli appassionati, che arrivanoa ritenerli tutti degli sfigati senza vita solo perchè amano anime e manga.
      L'emergenza sociale di cui parli tu, Davide, sono gli hikikomori, ovvero coloro che si isolano in casa e questo può avvenire per i più vari motivi, è una malattia e non c'entra nulla con questo o quell'hobby.

      Elimina
    6. Non dire amenità

      http://www.animeclick.it/manga/Otaku+no+musume+san
      http://www.libreriadelsanto.it/libri/9788816409200/generazione-otaku.html

      Elimina
  7. E vorrei sottolineare ulteriormente che, nonostante abbia focalizzato l'attenzione sui giappominkia perché sono quelli più fastidiosi, questo problema è plurilaterale. Ricordo discussioni simili contro fanatici di comics che pensavano che tutti i manga sono da bambini decerebrati. :)

    RispondiElimina
  8. Finalmente qualcuno che la pensa come me su Otaku no Empire, veramente, ne sentivo il bisogno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo Balzar Corporation soddisfa tutti i tuoi bisogni!

      Elimina
  9. Momento pippone filosofico/culturale, perché in Balzar Corporation queste cose contano.
    Questo problema che intacca il mio mondo, il mondo che amo, quello del fumetto, è in realtà lo specchio di un comportamento sociale diffuso in tantissimi ambiti: le persone tendono a considerare meglio ciò che fanno/amano/sono loro rispetto a ciò che compete gli altri: le squadre di calcio, i partiti, la nazionalità, le religioni.

    quoto in pienissimo questo passaggio, a cui aggiungerei un ulteriore categoria: gli ADEPTI del culto della MELA!
    se poi sono pure Otaku (di solito vanno di pari passo) sarei per l'ergastolo per direttisima! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I fanboy sono una piaga in ogni ambito. :)

      Elimina
  10. I manga "son" disegnati male

    taaaac son di Milano
    Scusate, è stato più forte di me. Per il resto bell'articolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipende dal manga, esattamente come per tutto il resto. :)
      Grazie per il tuo parere!

      Elimina
  11. è la cosa più bella che abbia letto oggi su internet. Ammetto di odiare i manga e di preferire i marvel, ma ho letto in passato manga col tempo sono cambiato e anzi continuo a espandere la mia conoscenza di fumetti a tal punto che sto abbandonando la marvel. La bonelli ci ho provato più volte a leggerla ma mi rompe le palle ma ne riconosco il valore culturale. E si questo post esprime a pieno ciò che penso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per il tuo parere, sul serio!
      E ripeto, qua non si mettono in discussione i gusti, ma gli atteggiamenti.
      E il tuo atteggiamento è intelligente. ;)

      Elimina
  12. Io ho avuto come un "risveglio" nel mio rapporto verso tutto ciò che è giapponese: da ragazzino osannavo il Giappone e tutto ciò che vi si trovasse (o che io credevo vi si trovasse) a priori, ritenendolo indubbiamente superiore a tutto quanto si potesse produrre in Occidente. Purtroppo molte cose che avete scritto si sarebbero potute applicare anche a me, all'epoca. Poi è avvenuto un distacco: la maggior parte delle saghe che mi piacevano erano cambiate (in peggio), le nuove non mi intrigavano e, guardando cartoni e leggendo fumetti "di serie B" (che in realtà di B non sono, sono semplicemente meno famosi) ho capito quanto certi schemi, certi tipi di personaggii, certe situazioni comiche non facciano che ripetersi sempre e dovunque: sono come delle aspettative che, immagino, il pubblico nipponico desidera perché sono tradizionali; mi sembra molto tradizionale e conservativo il fumetto giapponese.
    Ora mi rapporto in modo molto più equilibrato nei confronti della produzione giapponese, senza pregiudizii per ciò che è sconosciuto ai più e senza osannare a priori qualcosa solo perché mi è sempre piaciuto. È anche un modo per cercare di capire l'originale cultura giapponese, che è un po' diversa da come certi fumetti lascerebbero intendere.
    Saluti a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da ragazzini si è più "giustificati". Anch'io anni e anni fa, quando iniziai a leggere i manga, ebbi un periodo in cui stravedevo abbastanza per il Giappone (senza rinnegare il mio amato fumetto Disney ma accantonandolo un po').
      Poi, si spera, si cresce e si comincia a capire che il Giappone è solo un paese che, come il nostro, è pieno di alti e bassi. Sicuramente la sua industria dell'intrattenimento è un alto.

      Elimina
  13. Questo articolo viene sempre linkato in pagine contro i giappominchia e quindi ho pensato di leggerlo.

    Mai letto niente di più vero ;)

    RispondiElimina
  14. Perché ho letto questo articolo con la voce di Croix89?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare sia il tipo che ha fatto quel video contro gli anime, vero?
      In verità mi dissocio molto, fa del qualunquismo nel senso opposto, anche se penso sia principalmente con scopo provocatorio. :)

      Elimina
  15. Ho trovato questo articolo linkato su una pagina contro i giappominkia, che dire, molto bello. Secondo me hai ragione, hai fatto un bel discorso riguardante la varietà del cartone e del fumetto che condivido in pieno! Ci sono tante persone dotate di una mente chiusa e le hai descritte alla perfezione, ma penso sia principalmente un problema di età e di incomprensioni. I giappominkia infatti, altro non sono che ragazzini esaltati destinati a raddrizzarsi nel tempo e spesso il fatto di vederli da dietro uno schermo ci porta a giudicarli in maniera superficiale: non sappiamo mai chi abbiamo "di fronte" realmente e non possiamo far di tutta l'erba un fascio, magari uno scrive una cosa su facebook giusto per svago e questa cosa viene mal interpretata. Non capisco però il perché tu debba sconsigliare Otaku no Empire, gli amministratori sono persone, a mio avviso, dotate di un certo spessore culturale, se si guarda il loro sito lo si capisce benissimo. Ti dicono bene le cose come stanno senza annoiare troppo e non mi sembrano abbiano mai denigrato altre forme di cartoni o di fumetti. Semplicemente sono un gruppo dedicato all'intrattenimento nipponico e come fanno tutti quei gruppi tirano l'acqua al loro mulino. Ho visto i link che hai messo e alla fine si tratta solo di immaginette 4share con degli slogan, certe cose non vanno prese alla lettera.

    RispondiElimina
  16. Mario Pellegrinelli10 luglio 2013 10:35

    Io, avendo avuto l'onore di assistere a una lezione di Storia e cultura giapponese dal Boss, posso darti ragione per le tue idee sul fumetto e sui cartoni ma, come l'anonimo qui sopra non posso condividere il tuo pensiero su Otaku no Empire. È evidente che non hai capito il senso della loro organizzazione. Secondo me dovresti riaprire il dialogo con loro perchè stai sbagliando in pieno e magari chiedere scusa, che io sappia non bannano mai per sport, se ti hanno bannato è perchè avrai superato qualche limite di convivenza civile. Da questo post si capisce che sei una persona intelligente, non sprecare le tue doti nel fare l'hater.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice abbiate apprezzato l'articolo e rispetto la vostra posizione su ONE, ma di certo non cambio idea su quella pagina.
      Per esperienza personale dico che è il genere di gente che proprio non sopporto: Empire Boss in particolare può anche avere una cultura mostruosa per quanto riguarda il Giappone, ma rimane una persona incivile e ipocrita che dice cose sbagliate e pubblica notizie non confermate. :)

      Elimina
    2. Io bazzico in quella pagina ogni tanto, ma sinceramente non ho visto grandi lezioni di cultura giapponese. Mi incuriosisci, davvero il Boss è così ferrato in usi e costumi giapponesi? Cosa ti ha spiegato? Perché non ne parla di più, anche in pagina? Non ci guadagnerebbero anche loro?

      Elimina
    3. Mi accodo alla domanda.

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    5. Boss ha fatto parte dell'università e pure la tesi di laurea sul Giappone e posso confermare che ha una certa cultura in merito. Tuttavia la sua pagina intrattiene solo su un ramo della cultura giapponese, che è quello degli anime e i manga, tuttavia sul loro sito non parlano esclusivamente di quello.

      Quanto a Davide Ronflex, è stato bannato permaleducazione e presunzione nell'affermare ciò che tutti sapevano e nel discriminare senza ragione altri appassionati come lui, tutte cose che potete ironicamente notare in questo stesso articolo che traspira saccenza e presunzione da tutti i pori (per cosa poi? Queste cose le sanno veramente tutti).
      Nota divertente: dopo essere stato bannato, Davide ha iniziato a insultare lo Staff sulla sua bacheca dando pure dei fascisti agli amministratori (?) e quando questi ultimi sono venuti a chiedergli il motivo di tutto questo odio sono stati bloccati.

      Elimina
    6. Era ora arrivasse qualche hater!

      Prima di tutto la loro presunta cultura non la dimostrano assolutamente dalla loro pagina piena di ignoranza, e questo è un dato di fatto.
      Che io sia stato bannato per maleducazione è tutto da vedere, io son stato bannato perché sostenevo una cosa giusta e loro una sbagliata tutto qua. Queste cose le sanno tutti? Beh, loro no, altrimenti non posterebbero certe immagini.
      David, non David. Ma immagino tu non sappia leggere.
      Sì, son fascisti perché bannano chi non la pensa come loro. Facile.
      MAI BLOCCATO NESSUNO da NESSUNA PARTE, e ti sfido a dimostrare il contrario. Il mio blog, il mio canale, e la mia pagina sono apertissime agli insulti.

      Ma del resto, cos'altro posso aspettarmi da un omofobo che giustifica la pena di morte e la violenza sulle donne? :)
      http://www.youtube.com/watch?v=139_1Hud72k

      Elimina
    7. Ma ti rendi conto di ciò che scrivi? "io son stato bannato perché sostenevo una cosa giusta e loro una sbagliata tutto qua"
      Neanche concepisci di poter dire qualcosa di sagliato, di avere torto. Sei imbarazzante...
      Inoltre sei scorrettissimo, io ho solo sostenuto che chi è contrario alle adozioni gay non è necessariamente un omofobo, opinione accettata da tutti visto che gli omofobi sono ben altri, e tu mi dai dell'omofobo solo per questo? Non ti vergogni? Gradirei delle scuse, visto che omofobo è un insulto mentre io ho solo espresso un'opinione diversa dalla tua.

      Elimina
    8. P.S. Mi etichetti inoltre come hater, hater è colui che odia qualcuno al punto da negare delle cose ovvie solo per dargli contro. Io invece sono solo un poveretto che ha espresso un'opinione diversa dalla tua, questo basta a definirmi hater? E allora il tuo intero sfogo contro decine di migliaia di appassionati e un'intera community cos'è? Amore?

      Elimina
    9. Se avevano torto loro devo dirti che ne avevo io per farti un favore? Ma vedi un po' te.
      Non mi scuso dell'accusa di omofobia perché ribadisco che un pensiero come il tuo è omofobo, c'è poco da fare. Gay ed etero sono uguali IN TUTTO tranne che, ovviamente, nei gusti sessuali. Chi non se ne fa una ragione è palesemente un omofobo. Magari non un omofobo di serie A tipo "ammazziamo i froci", ma mica ci son solo quelli.

      Un piccolo appunto: ribadisco la mia volontà di non bannare e non censurare nessuno, però questo è un articolo su Otaku, giappominkia, ONE eccetera... quindi non risponderò più qua sotto riguardo a questa faccenda dei gay. Se hai voglia di proseguirla continuiamola sotto al mio video o sulla pagina Facebook del mio canale personale (che creo domani).



      Elimina
    10. Tu NEGHI cose ovvie giusto per darmi contro, lo dimostra il fatto che per PURO CASO ti ho trovato a osteggiarmi in poco tempo sia sul canale personale che sul blog per due motivi diversi. Sarò in mala fede.
      Sfogo contro un'intera community? Chi è quello che non può criticare, qua? Io osteggiavo le loro cretinate e loro mi han bannato, mi pare semplice. Così è la vita: loro son liberi di farlo come io sono libero di parlar male di una pagine del genere.

      Elimina
    11. Sei tu che hai portato qui il discorso sull'omofobia, mica io.
      "Gay ed etero sono uguali IN TUTTO tranne che, ovviamente, nei gusti sessuali."
      Vero, ma non si parlava di come sono fatti i gay, bensì delle adozioni di figli da parte di coppie omosessuali che è una cosa completamente diversa. E devi farti una ragione che si possono avere opinioni diverse dalle tue.
      Riguardo il tuo ban, Davide guarda che io c'ero, ricordo come hai cercato di imporre le tue opinioni e come ti sei guadagnato il ban. È inutile che porti avanti questa farsa, ti comportavi con la stessa arroganza e presunzione che hai manifestato nel tuo articolo e con me in questo momento; insultando, criticando, giudicando. Gente come te non dura tanto su Otaku no Empire, c'è poco da fare, lì amministrano persone civili e si pretendono utenti educati.

      Elimina
    12. Ecco qui Davideo, tu menti dicendo di essere stato bannato per le tue opinioni, ma in realtà è il modo schizzato in cui le hai esposte ad essere il vero motivo:
      http://img20.imageshack.us/img20/320/ir53.jpg
      La tua opinione su cosa stava pensando la gente vedendo quell'immagine non corrispondeva a verità. Straordinariamente fu fatto un sondaggio solo per dimostrarti che eri l'unico ad aver interpretato male lo slogan:
      http://img191.imageshack.us/img191/6739/41kb.jpg
      E tu per tutta risposta, invece di ammettere il tuo torto, ti ritirasti sulla tua bacheca insultando e giudicando e bannasti chi ti contraddiceva: http://img59.imageshack.us/img59/5494/wyn4.jpg
      È giusto che tutti sappiano chi è il "fascista" qui.

      Elimina
    13. Quel commento è stato la conclusione della discussione quando ormai ho capito che non c'era più verso di ragionare. Gli altri ci sono? Mi piacerebbe leggere tutto. Ah no, è vero, quelli di ONE han cancellato tutto... Se mi recuperi la conversazioni COMPLETA se ne può sempre parlare. Ma visto che sei un BUGIARDO...
      Bugiardo? Sì. Perché... commenti bloccati ed eliminati? MAI FATTO. Qua sei te quello che viene a dire falsità. Guarda te, mi dai del bugiardo e poi il primo bugiardo sei te.
      Dimostrami che li ho bannati, perché se devi calunniare ci vogliono le prove. Fortuna che non sei un hater: vieni qui, dici stronzate, mi accusi di cose che non ho fatto e menti pur di aver ragione...
      Riguardo al non rispondere, può darsi, non ci metto la mano sul fuoco, non è che rispondo a tutto.
      Quel sondaggio me lo ricordo, è più o meno come quello che stan facendo adesso: presentano la questione a modo loro, esponendola comunque ad un pubblico che si identifica nei loro errori, quindi è ovvio che venga fuori quel risultato. È come andare a chiedere in un circolo della Lega Nord cosa ne pensano dei meridionali.
      Quel mio amico che tu ti sei preso la briga di censurare è Fulvio, e quella è una storia real life che non conosci nemmeno! Prendo sul ridere questo tuo "estrapolare" informazioni a culo.
      Ora son curioso di leggere l'ennesimo articolo giappominkia che verrà fuori dall'ennesimo insulso sondaggio di una delle pagine più insulse di Facebook: Otaku no Empire. :)
      Gne gne gne.

      E se continui a ripetere quelle cazzate sull'adozione fai effettivamente un distinguo di diritti fra gay ed etero, ma rinuncio a farti capire cosa voglia dire... il mondo va avanti anche se ci sono dei reazionari del cazzo come te che provano a fermarne il corso... mi fai tanta tristezza.

      Elimina
    14. Guarda che se ti rimedio il resto del discorso ti aiuto a umiliarti da solo, perchè sebbene arrogante, sei stato civile per tutto il tempo e poi te ne esci con questi commenti da schizzato e vai sulla tua bacheca a offendere, che è il motivo del ban. Negarlo non fa onore.
      Questo è il profilo su cui ti rifugiasti per insultare tutto e tutti, da vera persona matura: https://www.facebook.com/ronflex91?fref=ts
      Quando si prova a visualizzarlo dai profili di Epyon e Majesty, ecco cosa si vede: http://img5.imageshack.us/img5/6523/2bcw.jpg
      Che sarebbe il classico messaggio "Purtroppo la pagina clickata non è disponibile" che compare quando blocchi qualcuno.

      Il sondaggio è stato oggettivo, ma siccome ti dava torto, guardacaso è tutto un complotto! Non peggiorare la tua situazione, dai.

      Riguardo i gay, se tu non hai gli strumenti concettuali per distinguere un dibattito sui diritti-doveri delle coppie etero-omosessuali, da una vera discriminazione originata dall'odio, beh la figura dell'Ignorante la fai tu. Ancora una volta. Evidentemente ti ci stai abituando.
      Puoi insistere quanto vuoi, si discute di queste cose da mezzo secolo, se pensi davvero di arrivare tu e dire "ho ragione io" su un dibattito così vecchio e complesso, magari sperando anche di passare per uno colto e aperto di mente (?), allora buona fortuna. Benvenuto nel mondo dei grandi.

      Elimina
    15. Ok, hai portato elementi nuovi e non ripetuti quindi ti rispondo.
      Quello è il mio profilo personale, non una pagina, e ovviamente blocco chiunque possa turbare la mia pace PERSONALE. Quel profilo è frequentato da familiari e quant'altro, non è il blog, non è la mia fanpage, non è il mio canale Youtube. Detto questo, comunque, non mi pare che fra le varie persone che ho bloccato per motivi gravi e personali che non ti vengo certo a dire ci siano quelli che dici tu. Come si chiamano di preciso, che ci guardo?
      Il sondaggio non è stato oggettivo, basta leggerlo.

      Riguardo ai gay... sei un omofobo, c'è poco da fare. Solo perché una discussione è accesa e si protrae da tanto tempo non vuol dire niente. La risposta c'è, è scientifica ed è obiettiva: gay ed etero sono uguali in tutto e per tutto e devono godere degli stessi diritti. Le famiglie gay già esistenti che hanno già dei figli DIMOSTRANO che si cresce BENISSIMO in una famiglia gay, quindi le tue (le vostre) non sono opinioni, idee. Sono FANTASIE.

      Hai fatto? No, perché io avrei da fare. Ma se te la senti continua pure a lordare i commenti, del resto mi aspettavo proprio questo quando ho scritto questo articolo. :)

      Elimina
    16. - Si chiamano George Soros e Charles Britannia.

      - Sono aperto a dimostrazioni logiche della faziosità di quel sondaggio, se sei in grado di darne. Ti avviso subito che se speri di cavartela con un "basta leggerlo" fai solo la figura di chi non sa cosa dire, quindi tanto meglio se taci fin d'ora.

      - Riguardo le adozioni gay noto con piacere che riconosci che io possa pensarla diversamente, anche se ovviamente devi sempre sminuire il mio pensiero con il solito atteggiamento totalitario.
      Onestamente io dubito fortemente che tu sia in grado di affrontare un discorso complesso come quello delle adozioni gay, ma se non mi fai perdere troppo tempo nel ruolo di maestro d'asilo sugli altri argomenti, potrei anche darti un'ultima possibilità di non fare la figura del ciarlatano.

      Elimina
    17. https://www.facebook.com/photo.php?fbid=539957339373258&set=a.537992816236377.1073741827.259872344048427&type=1&relevant_count=1

      Elimina
  17. Hai scritto la verità. Nient'altro che la verità.

    RispondiElimina
  18. A parte che nel tuo articolo ci sono un odio, una presunzione, ma sopratutto un qualunquismo che ti toglie ogni ragione in tema, ma nel tuo sfogo finale contro una delle più grandi e vecchie community italiane su facebook sostieni il falso solo per aumentare il contrasto tra te e Otaku no Empire con il banale obiettivo di sembrare più intelligente, dimenticandoti apposta che una pagina facebook a scopo di intrattenimento non viene mai gestita con la stessa serietà di un sito web, dove infatti lo Staff di OnE si esprime in modo molto più mirato e professionale su tutti i temi che portano voi appassionati a scannarvi su internet, compresi gli appassionati più giovani ("giappominchia") e la questione anime-cartoon.
    Andiamo con ordine, dato che sono un amante della verità e che cadute di stile come questa sono particolarmente fastidiose visto che si parla di un passatempo che dovrebbe unire gli appassionati e non spingere quelli intolleranti come te a scrivere orrori come questo.

    «"OTAKU NO EMPIRE, una pagina Facebook assolutamente ridicola che prosegue nelle sue crociate "anime is not cartoon"»
    FALSO. Seguo la pubblicazione di OnE da febbraio 2010, quando lo Staff era sulla vecchia pagina e perfino su facebook, dove la pagina è stata gestita da decine di persone diverse negli anni, si è sempre rimarcata la differenza tra animazione orientale ed occidentale senza discriminare mai quest'ultima - dato anche che molti admin di OnE leggono fumetti italiani o americani. Slogan come la foto che sbandieri tanto sono innanzitutto a scopo di intrattenimento e simbolici, in quanto si scagliano contro quelle persone che, pervase dal pregiudizio, ritengono che i cartoni siano solo per bambini e che gli anime, essendo cartoni, siano anch'essi roba da bambini.

    «posta notizie senza conferma e in generale è la quintessenza del giappominkismo»
    FALSO. L'unica notizia non confermata è stata quella sul tipo di evee nel nuovo videogioco Pokèmon, smentita appena avuta la conferma che fosse falsa. Era un articoletto di dieci righe scritto di fretta, tutti gli altri articoli sono di pagine intere e sempre documentati.

    «Non mi capacito del fatto che abbiano il benestare di gente come Dario Moccia»
    Forse Dario Moccia ha letto e compreso i loro articoli prima di trarre conclusioni qualunquiste e faziose come qualcun altro. Sicuramente Dario ha una cultura superiore alla tua ed è in grado di comprendere quegli articoli fino in fondo, non mi stupisce che non si accanisca contro di loro.

    «A seguito di una discussione che ebbi con gli admin della pagina in merito ai soliti argomenti (gli anime sono meglio dei cartoni e sono più maturi gne gne gne, roba di questo genere)»
    FALSO. Ho seguito quella discussione in prima persona, stai estremizzando le loro posizioni quando l'estremista eri tu che volevi far credere che cartoni occidentali e orientali siano identici, mentre ci sono differenze commerciali, tematiche e di stile evidenti a chiunque se ne intenda almeno un pochino.

    Questa è la verità. Ti invito a non negarla, non penso che ci faresti una bella figura. Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La nego molto volentieri, caro il mio hater (e, ci tengo a rimarcarlo, omofobo, che fa sempre capire con che persona abbiamo a che fare).
      -È ridicola, fa quelle crociate, ne abbiamo le prove tangibili, le immagini e i commenti stanno là, li ho anche riportati, sai leggere? Gli anime son meglio dei cartoni e bla bla bla. Nero su bianco.
      -MAGARI ci fosse solo quella... e poi scriverla in due minuti giustifica a postare una boiata? Lol e ri-lol.
      -Moccia lo stimo tantissimo, uno dei migliori youtuber in circolazione, ma non essendo un fan-fanatico critico le sue preferenze che ritengo errate, tutto qua. E poi non so se hanno ancora il suo benestare, sotto ai suoi ultimi video non li sponsorizza più. Ma non voglio trarre conclusioni affrettate.
      -Continui a ripetere che tutti sanno queste cose ma sei il primo a non saperle, lollo di nuovo... un anime È un cartone, fine. C'è poco da dire in merito.

      Questa è la verità. Ti invito a continuare a metterti in ridicolo nei miei lidi, che io mi diverto.

      Elimina
    2. Io omofobo? Possibile che chi la pensi diversamente da te debba sempre far parte della feccia della Terra? Non possono esistere opinioni diverse dalle tue che sono per forza sbagliate?
      - Nell'articolo di OnE sulla questione anime/manga non è riportato nulla di simile: http://www.otakunoempire.it/?p=931
      Quindi ti chiedo: perchè dici le bugie?
      - Niente giustifica una boiata, ma se viene smentita bisogna riconoscerlo. Tu smentirai mai tutte le assurdità che hai scritto in questo articolo? Perchè sembrano parecchie. Dovresti anche scusarti con lo Staff perchè io sono civile mentre tu sei quello che sta facendo la figura dell'hater.
      - Sicuramente anche a Moccia è possibile fare delle critiche, al contrario di te che dai dell'omofobo a tutti quelli che non hanno le tue stesse posizioni sulle adozioni gay. Sei stato un po' ridicolo, concedimelo.
      - "un anime È un cartone" è uno slogan, non un'argomentazione, può essere vera o falsa a seconda del contesto. Le argomentazioni sono quelle linkate nell'articolo di onE poche righe sopra, forse dovresti imparare anche tu a formilarne se vuoi mandare avanti una community.

      Elimina
    3. - Se hai una posizione che mette i gay in condizione di inferiorità rispetto agli etero sei omofobo. L'omofobia ha diverse gradazioni, ma sempre omofobia è.
      - L'articolo che mi hai linkato non è che una parte del tutto, e comunque ribadisce, in tono più velato di quello utilizzato sulla pagina, quel concetto errato: continua a differenziare il termine "anime" con snobbismo considerando infantili gli altri prodotti. Ripeto, ma sai leggere? E per fortuna ci stai dal 2010, lì...
      - Già detto nel punto 1. Moccia è un grande, te sei un omofobo. Poco da dire.
      - L'argomentazione la puoi trovare nell'articolo e nel buon senso, ma te la rispiego: se son disegni in sequenza che si muovono e formano un film, un corto o simili, è un cartone animato. Un medium. In quanto tale, non implica assolutamente il target, la destinazione d'uso, i contenuti eccetera. Tali contenuti, a maggior ragione, non sono legati all'area geografica di provenienza. Ribadire con prepotenza e ottusità la differenza fra anime e altri cartoni è ottuso, razzista e idiota.

      Elimina
    4. - Ignorante, non sai distinguere una limitazione di una libertà (ogni società ne è piena per definizione) da una cosa che veramente crea cittadini di serie A e di serie B. Infatti ho parlato delle adozioni gay con alcuni amici omosessuali o comunque con idee politiche di sinistra progressista, sia online che offline, e mai nessuno mi ha etichettato come omofobo. Mi sento insultato dalla tua ignoranza e pretendo delle scuse.
      - Dimostrami che in quell'articolo i prodotti di intrattenimento non orientali sono definiti come "infantili", grazie.
      - E tu sei un ignorante che mi deve delle scuse. "Poco da dire".
      - "Tali contenuti, a maggior ragione, non sono legati all'area geografica di provenienza."
      Non è una questione di area geografica, ma di culture differenti, come d'altro canto affermano tutti quanti. E di marketing, cosa meno nota e che non sto neanche a spiegarti perchè probabilmente troppo complessa per te.
      Distinguere non è razzismo, è catalogazione, viene usata in qualsiasi campo della conoscenza umana.

      Elimina
    5. - Ignorante sei te, parli con nonchalance di limitazione di diritti come se fosse una cosa buona e giusta. Mi sento divertito dalla tua ignoranza e di certo non mi scuso. Anzi, dovresti scusarti TU con tutti i bambini che per colpa degli asshole come te ancora oggi non vivono serenamente.
      - " Anime e cartoni sono diversi" (è scritto lì)
      "È molto più facile affermare di vedere -anime- ed eventualmente spiegare che sono le serie animate giapponesi, rimandando fin da subito a qualcosa di estero e mettendo così le mani avanti, piuttosto che fare gli ostinati e dire di vedere “i cartoni animati”, passando puntualmente per persone infantili"
      utilizzare una terminologia errata solo per non passare da bambini è la cosa più infantile del mondo. Peraltro, la maggior parte dei cartoni giapponesi è comunque per bambini.Lo sapeva, messere?
      - Infatti possiamo distinguerli per comodità, ma dire continuamente "anime is not cartoon" è comunque falso. Ti rileggo un estratto del tuo amato BOSS: " gli anime son cartoni, ma frega a tutti gli appassionati far notare che gli anime sono cartoni "speciali" che non meritano di essere riadattati, mutilati e censurati." Inutile dire che il tuo amato BOSS è un campanilista di prima categoria che vede con un occhio speciale l'animazione giapponese e la ritiene superiore, più meritevole di un occhio di riguardo e via dicendo. Come, del resto, anche tu.
      Sei TU l'ignorante, sei TU l'omofobo, sei TU il razzista, sei TU che continui ostinatamente ad arrampicarti sugli specchi a difendere l'indifendibile. :)

      Elimina
    6. - Parlo di limitazioni dei diritti come di una cosa su cui è necessario discutere prima di fare cambiamenti, non come se fosse una bella cosa. Questa è la realtà, infatti tutto il mondo discuteva e discuterà su questi temi, mentre tu arrivi e dici "ho ragione io". Patetico.
      - Peccato che non sia una terminologia errata, dato che "anime" e "manga" fanno ormai parte del vocabolario italiano a tutti gli efetti. "Manga" si trovava già nello Zanichelli 2004. Inoltre, un uso pratico di questi neologismi al fine di evitare fraintendimenti è frutto di un ragionamento logico, non di infantilismo. Brutta bestia l'ignoranza, caro Davide.
      - Quando Boss spiega che gli anime non meritano di essere mutilati e censurati lo fa per metterli allo stesso livello degli altri cartoni. È un po' stupido pensare che dica una cosa del genere perchè vuole che i prodotti occidentali siano censurati. Sfotti i "giappominchia" e poi...

      Elimina
    7. - Non parli semplicemente di limitazioni di diritti, ma di limitazione di diritti in base ad un orientamento sessuale. Questa È omofobia e tu e tutti quelli come te siete omofobi. Se fossi nato 100 anni fa saresti stato uno di quei reazionari del cavolo contro i matrimoni fra bianchi e neri, o contro i divorzi... i retrogradi si adattano a combattere le cause perse del proprio tempo... e tu lo sei.
      - Ma lo vuoi capire o no che quelli continuano a dire che "un anime non è un cartone" quando ciò è palesemente errato? È tutto lì, è scritto. Ma ormai rinuncio a cercare di farti capire, ho di meglio da fare. Se non sai leggere il discorso è fallito in partenza.
      - Anche qua, se non sai leggere c'è poco da fare. Ti invito a riprovare a vedere cos'ha scritto il tuo amicone, dice che i cartoni giapponesi sono cartoni SPECIALI che non meritano censura. Siccome l'italiano non è un'opinione, se dice che questi sono speciali in quanto non meritano censura intende che gli altri, quelli non speciali, la censura la meritano. Può non essere ciò pensa/intende? Forse. Ma lo ha ribadito più volte, in questi termini, con frasi, immagini, slogan e spiegazioni faziose e ridicole. Traspare palesemente la sua giappominkiosità. Forse più radical chic, ma sempre giappominkiosità è.

      Mio chiamo David. Ma te non sai leggere.
      Su una cosa siamo d'accordo: brutta bestia l'ignoranza. Crea gente come te.

      Direi che la discussione può finire qui, non faresti altro che ribadire per l'ennesima volta ciò che hai già detto ed io farei altrettanto. È chiaro che ti piace vivere nel torto, e chi sono io per impedirtelo?

      Questa è una premessa: io non ti banno, ma mi prendo la libertà di non risponderti nel caso in cui non ci sia niente di nuovo da dire, è inutile ripetersi all'infinito le stesse frasi. Se nella tua prossima risposta ci saranno nuovi elementi di discussione ne discuteremo, se ripeterai le stesse cose o continuerai a mentire dandomi del bugiardo, ti risponderò a sfottò perché il dialogo ha senso solo quando entrambi gli interlocutori hanno un livello intellettuale superiore a quello di un cetriolo.
      Un consiglio che puoi seguire o meno: evita di continuare a metterti in ridicolo. :)

      Elimina
    8. - No, io parlo di limitazioni di diritti e basta, in un'ottica generale di come può funzionare una società (diritti vs doveri).
      Vuoi nuovi spunti di discussione? Bene, ecco la definizione di omofobia: https://it.wikipedia.org/wiki/Omofobia#Conseguenze_dell.27omofobia
      "L'omofobia è la paura e l'avversione irrazionale nei confronti dell'omosessualità" che porta a "bullismo, violenza o mobbing" nei confronti di persone omosessuali.
      Se dico che non approvo le adozioni gay per via del concetto biologico di famiglia naturale, la mia motivazione è razionale. Tu puoi contestarla e se ne discute, magari, ma c'è un ragionamento dietro. Se avessi detto "sono contro le adozioni gay perchè i gay non mi piacciono/mi fanno paura" allora avresti potuto darmi dell'omofobo.
      Hai capito adesso? Io non ce l'ho con gli omosessuali, ho mezza dozzina di amici omosessuali con cui mi trovo benissimo. Spero davvero che così si possa chiudere il discorso.

      - E tu lo vuoi capire che nessuno ha mai negato che anime e cartoni occidentali - essendo sottocategorie dei cartoni animati - siano "disegni sequenziali atti ad animare delle scene" e che NESSUNO ha mai negato questo? Ci sono due sondaggi su oltre 54000 persone a dimostrarlo. Le differenze di cui si parla sono tematiche e/o stilistiche e c'entrano con le differenze culturali tra oriente e occidente che sicuramente anche tu riconosci. Fine del discorso.

      - Quella che hai frainteso era una cosa talmente semplice da capire, per chi sa come venivano censurati gli anime negli anni '90 (cioè TUTTI), che mi vergogno a spiegartela.
      "Speciale" vuol dire "soggetto a un trattamento diverso".
      Ovviamente ci si riferiva al fatto che gli anime per ragazzi venivano trattati e riadattati in modo da piacere ai bambini e questo provocava mutilazioni e censure che non avvenivano negli altri cartoni animati.
      Interpretare la denuncia alla censura negli anime come un incitamento a censurare anche i cartoni, è una cosa talmente idiota che va oltre ogni immaginazione, oltre ogni limite. Nessuno l'avrebbe mai interpretato in questo modo e sono pronto a dimostrartelo richiedendo un sondaggio pubblico.
      Pongo però una condizione: se nel sondaggio i risultati sono quelli che penso, tu metterai un avviso statico nel tuo blog dove dichiari ufficialmente: Ho grandi difficoltà in fatto di comprensione scritta, per favore scrivete cose semplici, altrimenti mi impallo e finisco per fraintendere tutto. Scusate per il disagio, David."
      Ci stai?

      Elimina
    9. - Non riesco a credere quello che leggo, ti contraddici da solo. Ripassati "mobbing". Mah, davvero. Sì, direi che questo chiude il discorso, semplicemente non c'è dialogo.
      - Qua non fai che ripetere le solite stronzate FALSE, evidentemente non sai leggere e non ti rispondo più n merito. Hai torto, fattene una ragione. Anche qua, discorso chiuso, per quel che mi riguarda.
      - Idem, non vedo perché dovrebbero essere sottoposti a trattamento diverso come desidera Boss. Vedi che siete dei giappominkia? Altro discorso chiuso, siete dei campanilisti e continuerete ad esserlo. Inutile andare oltre.
      - Ancora sondaggi? Certo che siete proprio fissati. Cercare di aver ragione con la forza dei numeri e non con la verità. Ottima idea. No, risparmiati il tuo patetico sondaggio, so già che darà ragione a te.
      L'unico che non sa leggere qua sei te.

      Domanda fuori tema a livello statistico, l'ho fatta anche a Zolf ed altri per curiosità e per fare una "media":
      Mi dici la tua età, il tuo orientamento politico e quello religioso? Poi direi di chiuderla davvero qui per il bene di entrambi, converrai che non è edificante passare ore a ribadirsi gli stessi concetti vicendevolmente.

      Elimina
    10. Se mi mandi qualche altro amichetto, invece, sarò ben felice di rispondere anche a loro. :)

      Elimina
    11. Ho scritto un commento in 3 punti e tu hai risposto citandone 4. Userò la logica per cercare di decifrarti.

      - http://it.wikipedia.org/wiki/Mobbing
      "il termine indica i comportamenti violenti che un gruppo (sociale, familiare, animale) rivolge ad un suo membro. Il termine viene spesso utilizzato nel mondo del lavoro."
      Nessun mio amico omosessuale mi ha mai trascinato in tribunale per mobbing, quindi il discorso finisce veramente qui.

      - È comico, io spiego e dimostro le cose e tu speri pure di concludere il discorso con un banale "hai torto". Bene, come vuoi tu, concludiamo.

      - Ma io ho scritto che Boss ha denunciato il fatto che "si riferiva al fatto che gli anime per ragazzi venivano trattati e riadattati in modo da piacere ai bambini". Gli anime subivano dunque un trattamento diverso che a noi non piace. Conseguenza logica: noi vogliamo che i cartoni ricevano tutti lo STESSO trattamento, cioè in poche parole che nessuno venga censurato o mutilato. Come diamine hai fatto a giungere alla conclusione opposta da un discorso così semplice? Ti manca qualche rotella?!
      Questo mi sembra veramente l'unico punto su cui varrebbe la pena approfondire, ma non mi va di fare l'insegnante d'asilo quindi lascio a te la decisione in merito.

      Riguardo alle tue statistiche, sempre che tu sia in grado di farne, il mio orientamento religioso è l'agnosticismo, a quello politico ci ho rinunciato perchè studiando la storia ho constatato che sia la destra che la sinistra sono state applicate in modo democratico o autoritario a seconda della situazione, ma ho votato il M5S alle ultime elezioni se può servirti. Visto che è l'economia a dominare la politica ho sviluppato un orientamento economico sui paletti di Keynes e Fisher, quindi direi liberista-capitalista ma con un forte senso dello Stato come regolatore tramite politica economica e monetaria.

      Elimina
    12. - Non sai leggere.
      - Non sai leggere.
      - Non sai leggere.
      - Non sai leggere.

      Stavolta me la son sbrigata in fretta.
      E grazie per la risposta. :)

      Elimina
    13. AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

      Ma te sei il giappominkia della questione Croix89/OnE che ha pure rotto le palle a Caverna e Delli.
      E io che ti davo pure corda...
      Da qui in poi per ogni tua stronzata esiste una ed una sola risposta:
      https://www.facebook.com/photo.php?fbid=539957339373258&set=a.537992816236377.1073741827.259872344048427&type=1&relevant_count=1

      Elimina
    14. È un piacere che tu ti sia rivelato per ciò che sei.
      Alla fine il discorso tra noi due è semplice da riassumere:
      1) Tu dici una cosa
      2) Io la nego dimostrando la mia tesi con argomentazioni e fonti su cui discutere costruttivamente
      3) Tu ripeti la stessa cosa ddel punto 1 farcendola di insulti
      4) Io rispiego
      ...)
      X) Io rispiego
      Y) "HAHAHAHA"

      Se a te va bene così, anche a me va benissimo!

      Elimina
    15. https://www.facebook.com/photo.php?fbid=539957339373258&set=a.537992816236377.1073741827.259872344048427&type=1&relevant_count=1

      Elimina
    16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  19. fate la pace piccini... =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NO MAMMA! HA COMINCIATO LUI! GNEGNEGNE.

      Elimina
    2. caramella per entrambi...fate i bravi ok? su un bacino ve lo dovete dare...

      Elimina
    3. Glielo darei anche un bacino, ma lui è omofobo e pro-omicidio. E se poi mi ammazza?

      Elimina
  20. Caro David, mi spiace ma non si può dare torto alla gente che ti ha commentato finora. Io penso che tu sia una persona colta e meritevole di rispetto ma anche fin troppo testarda, hai detto cose giuste nel tuo articolo ma alla fine accusi Otaku no Empire che tirando le somme pensa le tue stesse cose.
    I casi sono due:
    1) sei colto ma non ragioni
    2) non vuoi ammettere, per orgoglio, di aver capito male le loro intenzioni. Io voglio sperare sia la seconda perché vedendo il tuo blog non mi va di darti dello stupido perché sicuramente non lo sei. La tua chiusura politica e ideologica però non da buoni segnali :/ io spero tu stia scherzando...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace, ma ho dimostrato al di là di ogni ragionevole dubbio che Otaku no Empire è una pagina ridicola gestita da gente ridicola che ragiona in modo ridicolo e sostiene tesi ridicole. I post ci sono, i link pure, chi vuole leggere legga. :-)
      Non accomunare la mia visione (corretta) a quella di OnE (scoretta), per favore.

      Elimina
    2. Personalmente non amo molto Otaku no empire (sono stato pure bannato tempo fa da loro), ma se devo essere sincero l'articolo dica cose interessanti ma lo stile aggressivo che hai usato, come se stessi combattendo una guerra non mi piace per niente e poi ho letto qualche commento e almeno a me sembra che Irving Stigliz abbia ragione su certe cose, nessuno che conosco sosterrebbe tesi assurde come le tue sugli anime ed infatti almeno a me pare che quando non sapevi più cosa rispondere hai cominciato a linkare immagini stupide -.-
      almeno questo è quello che si capisce leggendo la vostra discussione, ciao.

      Elimina
    3. Intanto ti ringrazio per aver comunque apprezzato diversi contenuti dell'articolo. I toni volutamente aggressivi son stati scelti dopo un'attenta ponderazione e servirebbero a parodiare gli atteggiamenti delle persone che critico nell'articolo stesso nonchè a fare rumore per farmi notare meglio da loro. È comprensibile che tu non abbia compreso e/o apprezzato, tranquillo! :-)
      Vorrei sapere in cosa pensi che Irving abbia ragione perché, dal canto mio, ho provato veramente a prenderlo sul serio, ma quando vedi che una, due, tre, mille volte non legge nemmeno bene il contenuto di ciò che lui stesso ti linka ti chiedi se sappia leggere. Mi ha offeso, mi ha dato ingiustamente del bugiardo e fa pure l'offeso lui: ebbene, niente immagini a caso. Dopo una lunga e sterile discussione e dopo aver capito con chi ho a che fare, ho deciso che non merita niente più che una spernacchiata. Puoi biasimarmi per questo? Continueresti a rispondergli a oltranza ripetendo sempre le stesse cose per l'eternità?
      Ah già, ti chiedo anche per favore di spiegarmi civilmente (perché TU mi sembri una persona civile che merita il mio tempo) quali son le mie tesi assurde sugli anime, perché io sostengo semplicemente che SONO cartoni.

      Elimina
    4. Ciò che scrive e linka Irving è molto chiaro sei tu che sembri volerlo negare a tutti i costi come se si trattasse di una squadra di calcio avversaria che non ti piace. Ti ha dimostrato che Otaku no Empire non ha mai detto che gli anime non sono cartoni e che quindi ti da ragione. Sei tu sei fatto strane costruzioni mentali. Poi se loro preferiscono gli anime al resto della produzione perché farne un dramma? Il loro sito è dedicato a quello se poi parlano ed apprezzano anche altro tanto meglio per loro. Chiedi scusa va...

      Elimina
    5. "se son disegni in sequenza che si muovono e formano un film, un corto o simili, è un cartone animato."
      Tu ragioni come se ci fosse chi nega quest'affermazione, ma nessuno l'ha mai negata. Poi scrivi "Un medium. In quanto tale, non implica assolutamente il target, la destinazione d'uso, i contenuti eccetera."
      Ok, ma è proprio su questo, su contenuti e target, che migliaia di persone litigano ogni giorno!
      Alcuni sostengono che non ci sono differenze di contenuti e target tra anime giapponesi e cartoni americani-europei, altri sostengono che c'è un abisso, personalmente penso che la verità sta nel mezzo, che è anche il parere della stragrande maggioranza degli appassionati, quindi per me non ha senso che ti pendi così male, ciao.

      Elimina
    6. Invece quelli di ONE la negano e lo fanno in modo offensivo:
      https://www.facebook.com/photo.php?fbid=470593309668687&set=a.469570306437654.108100.112623645465657&type=3&theater

      E anche spostando la questione sul target risulta EVIDENTE da tutto ciò che dicono Boss e compari che ritengono i cartoni giapponesi meritevoli e intelligenti e gli altri no, tutto qua. E ciò è FALSO.

      Caro Luigi, se tu avessi letto bene l'articolo avresti capito che il mio problema non è chi preferisce uno stile ad un altro (è proprio specificata questa cosa, vedi?) ma chi ne ritiene uno superiore all'altro, che son due cose diverse.

      Elimina
    7. Buffe queste pretese del tipo "pretendo tu non mi dia dell'omofobo" o "chiedi scusa, va'...".
      Ma cosa vi aspettate? Se uno è omofobo non ho problemi a dirgielo e di certo non gli chiedo scusa, è lui che deve chiederne all'umanità.

      Elimina
    8. Ronflex ti incollo alcuni commenti degli Admin dal link che mi hai dato tu stesso
      "Gli anime sono un sottoinsieme dei cartoni animati"
      "nei nostri tempi è comodo suddividere la grande macrocategoria delle opere di intrattenimento denominate "cartoni animati" in più rami"
      "TUTTI sanno che gli anime sono cartoni animati"
      "gli anime SONO cartoni"
      Come vedi non negano nulla!
      PS davvero Otaku no empire ha detto che i cartoni occidentali non sono intelligenti? Dove?

      Elimina
    9. Lo ri-cito una volta sola perché sta diventando veramente tedioso ribadire l'evidenza.
      "TESI A) Anime e cartoni sono diversi, perché per anime si intendono i cartoni giapponesi, mentre i cartoni sono quelli occidentali."
      E poi dicono che la Tesi A è la più corretta perché tiene conto delle differenze, della storia di censure ecc...
      E, ripeto (che palle, eh?): "La pratica insegna inoltre che parlare di cartoni animati rimanda la coscienza collettiva verso opere di intrattenimento per bambini, quindi è chiaro che quando si parla di cartoni giapponesi è bene specificare visto che la maggior parte di essi sono rivolti a ragazzi o adulti e che la mancata specificazione porta spesso e volentieri a pregiudizi da parte sia della gente, che dei perfino dei media."
      CHEEEEE?!? Distinguiamo i termini (in modo inappropriato) per adattarci al pensiero comune e non farsi dare dei bimbi cresciuti? Ma non capite quanto è ridicolo? E dove sta scritto che i cartoni giapponesi sono perlopiù prodotti per ragazzi o adulti? La maggior parte dei cartoni orientali È infantile. Qua si stanno negando dati oggettivi, pochi cazzi.
      E altra frase: " gli anime son cartoni, ma frega a tutti gli appassionati far notare che gli anime sono cartoni "speciali" che non meritano di essere riadattati, mutilati e censurati."
      Ora, visto che confido almeno nella TUA intelligenza, se leggi questa frase, cosa leggi? UNA cosa c'è scritta, non ci sono diverse sfumature o interpretazioni. E se questi hanno la qualità "speciale" di non essere riadattati eccetera GIOCO-FORZA si intende che gli altri invece sì, possono esserlo. Altrimenti non si dovrebbe specificare che QUESTI son speciali e non lo meritano. E BASTA, FINE, PUNTO, BASTA SAPER LEGGERE. È incredibile dover stare a spiegare più volte una cosa che È SCRITTA CHIARAMENTE.

      È altrettanto evidente che dopo, incalzati, siano costretti ad ammettere che sempre di cartoni si tratta (in fondo è l'obiettiva realtà), ma allora perché sono loro, in primo luogo, a fare dei distinguo? Perché son giappominkia. L'immagine col dito medio che dice fieramente "ANIME IS NOT CARTOON" è lì, in bella vista, e non lascia spazio ad interpretazioni.

      Dai, ma vogliamo essere seri? E vogliamo tener conto di TUTTO? L'avete vista la loro pagina? Le loro discussioni? La faccenda di Croix? Ma si può veramente dire, col cuore in mano, che non è una patetica pagina giappominkiosa?
      Mah, 'ste cose le ho scritte, ho ricitato le fonti, le ho pure spiegate nonostante non ce ne fosse bisogno e, a questo punto, non le rispiego più... chi vuol capire capisca, chi vuol continuare a frequentare una paginetta insulsa e campanilista lo faccia, chi vuol continuare a rispondere ai loro sondaggini scemi per farsi forza e convincersi di avere ragione lo faccia pure, che vi devo dire? Io continuerò (a ragione) a ritenerla una paginetta cazzara e cazzona buona solo per essere sfottuta.

      Ultima cosa: l'articolo non è su Otaku no Empire, anche se so che la cosa è sfuggita ai più. È un articolo che parla di tutte le settorialità fumettistiche con una particolare attenzione ai giappominkia solo perché sono i più rumorosi/numerosi al momento ma ho avuto discussioni simili, ad esempio, con un admin di "In Comics We Trust", solo che in quel caso ho dovuto difendere i prodotti orientali come "meritevoli alla pari delle opere di Moore". È sotanto alla fine che sconsiglio ONE, una pagina che, a mio parere, risponde a questi canoni. Che volete che vi dica? Che non sono i più giappominkia su Facebook? Ne sono sicurissimo, esistono paginucole che se confrontate con ONE la fanno sembrare culturalmente ai livelli della Biblioteca d'Alessandria. Ma ONE è un simbolo, è una pagina grande che rappresenta perfettamente ciò che vado dicendo, una pagina abbastanza conosciuta che si presta bene a rappresentare tutte le altre di quello stampo: in un certo senso è anche un "onore". :)

      Elimina
    10. EMMOBASTAVERAMENTEPERÒ

      Elimina
    11. Scusa eh sarà che sono come tutti gli altri, non so dove hai preso quella frase ma non importa perchè anche anche lì dice:
      "per anime si intendono i CARTONI giapponesi"
      Come vedi se la loro tesi è assurda anche la tua lo è, ma siccome non è affatto assurda avete ragione entrambi!
      poi tu dici "istinguiamo i termini (in modo inappropriato) per adattarci al pensiero comune e non farsi dare dei bimbi cresciuti?"... è semplicemente quello che fanno TUTTI per evitare fraintendimenti tutto qui! chiunque lo fa, sicuro di voler andare così contro corrente? che ci guadagni?!
      "" gli anime son cartoni, ma frega a tutti gli appassionati far notare che gli anime sono cartoni "speciali" che non meritano di essere riadattati, mutilati e censurati.""
      è ovvio che è riferita alle censure che facevano sui cartoni più vecchi, ti giuro che tutto mi salterebbe in mente TRANNE che questa frase significhi che bisogna censurare tutti gli altri cartoni, scusa ma qui hai toppato forte...nessuno penserebbe mai una cosa simile, sono su internet da anni e posso confermarlo di persona...
      Non so cosa sia la faccenda di Croix, penso tu ti riferiscaa croix89?
      comunque sono d'accordo con te se hai difeso i fumetti orientali da chi non li riteneva alla pari di quelli occidentali, anche se preferisco i primi.

      Elimina
    12. Rispondo solo sulla questione dei cartoni speciali... mi dispiace, ma è pura lingua. Se specifichi che una certa parte del tutto sia speciale e non merita certi trattamenti intendi automaticamente che il resto invece lo merita, o comunque lo merita di più. Perché specificare che sono speciali, altrimenti?
      E sì, ti assicuro che si possono fare battaglie simili anche al contrario, così come ho anche osteggiato gente che legge solo Disney, solo Bonelli eccetera considerandoli il meglio del meglio.

      Elimina
    13. Per trovare il meglio del meglio bisogna cercare ovunque e non ci si puo limitare così... comunque secondo me quando boss parlava di cartoni speciali intendeva che venivano censurati mentre i cartoni della Disney no, quindi pretendeva che se un anime è per ragazzi allora non deve essere censurato in modo da renderlo per bambini. Non mi sembra logico pensare altro visto che alla fine è il solito dibattito che per un decennio buono ha coinvolto tutti gli appassionati di cartoni giapponesi, penso che non c'è altra interpretazione Ronflex,....

      Elimina
    14. Continuo a non condividere e dico che è inutile ribattere posizioni inconciliabili, ma ti dico anche che ho apprezzato molto di più la discussione con te, in cui ho trovato un interlocutore ragionevole, piuttosto che quelle con gli altri che hanno commentato.
      Grazie Javier.

      Elimina
  21. Gli anime sono meglio dei cartoni e il ministro Kyenge acquista Crodini da Dino.

    RispondiElimina
  22. Sì ok, critiche volendo sensate, ma son le stesse che vengono ripetute da mesi/anni.
    Semplicemente la diffusione di internet ha causato un'esplosione di anarco-idiozia.
    Quando,torneranno, piuttosto i tempi dei Lucca Comics sul ghiaino, dove discutevi amabilmente con altri appassionati, perchè c'era la passione vera, c'era il sense of wonder.
    Ora è tutta una sfilata, una gara a chi parteggia per la serie/fumetto/cartone/casa editrice più figa o di moda, ovunque.
    Che cosa fredda e vuota sta diventando l'intrattenimento tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordissimo, e riguardo al "cose già dette"...
      È il mio pensiero e mi son sentito di esternarlo a modo mio, non mi importa ci sia già chi lo ha detto e ribadito. Anzi, meglio. Non sono solo! :D

      Elimina
  23. Come molti altri, sono d'accordo con te, ma per esempio io seguo molte pagine che hanno nel titolo "Otaku", normalmente amministrate da dei giappominkia, anche solo per vedere cosa scrivono. Meglio conoscere il nemico.(?)
    La cosa peggiore, non è tanto il loro pregiudizio, quanto il fatto che ci tengono a dimostrare di averlo; noi siamo fighi, sappiamo tutto, non abbiamo mai torto e Oreimo è il manga sentimentale migliore di sempre. Dopo aver sentito certe cose ho davvero rinunciato a dare le mie opinioni in quelle pagine, in quanto, una discussione con un incipit interessante si trasformava subito in un flame tremendo, pieno di insulti e con messaggi -spesso- sempre più incomprensibili. Bah.
    Fortissimo il blog, mi metterò a seguirti! ;)

    RispondiElimina
  24. Sono capitato su questa pagina per caso, ma vorrei scrivere che nessuno ha ragione, nessuno ha torto, a me sembra solo un ammasso di trollate a vicenda, e più che altro dovute a sfoghi personali.

    Una parola ha il significato che la gente gli attribuisce in un certo contesto sociale. Se i manga sono fumetti, ok, lo sono, ma se nell'occidente i fumetti con tratto e stile orientale vengono definiti manga, non vedo perchè non sia corretto chiamarli così. Skotch, prima di essere il nome comune del nastro adesivo era il nome commerciale del nastro adesivo per una singola azienda; successivamente è diventato di uso comune e tutti hanno iniziato a chiamare il nastro adesivo skotch. Così nascono e si evolvono le lingue, costantemente. Oggi, con la diffuione di Internet e dei social network, con i meme (inizialmente fenomeno spontaneo, successivamente trasformati in porcate commerciali al livello dei tormentoni di Zelig) la lingua delle nuove generazioni si sta modificando ancora e ancora si modificherà.

    La morale di tutto questo è:
    Ma chissene frega, ognuno ha i suoi ideali, ogni contesto sociale è diverso, vivi e lascia vivere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi, sono d'accordo che molta gente si crea delle idee sbagliate o crei ingiusta discriminazione dovuta a comportamenti infantili o semplicemente a ignoranza sugli argomenti, però bisogna fare attenzione, perchè anche categorizzare le persone come "giappominkia", "marvelminkia", ecc... fa parte di quella discriminazione di cui parlavo.

      La cosa migliore è ignorare questa gente, tanto in genere sono solo delle piccole community. Basta stare alla larga dagli ottusi, ci si fa una figura migliore e basta.

      Elimina
  25. Ahahahah, bellissimo post, concordo dalla prima all'ultima parola! Ridicoli questi "appassionati del Giappone" che del paese del Sol Levante e dei suoi fumetti e cartoni non sa poi proprio nulla, giusto un paio di anime (perché, come avete giustamente detto, non sanno leggere) commerciali con personaggi che sembrano realizzati col character generator di qualche gioco scadente...

    Che poi, Bakuman. ha senso per un lettore giapponese, che, essendo giapponese, può avere il sogno di creare un manga, ovvero un fumetto giapponese. Un italiano, nel leggerlo, dovrebbe accendere il cervello e capire che lui può creare un FUMETTO se vuole, ma anche se i disegni ricordano un manga, esso rimarrà sempre un fumetto, perché sostanzialmente non c'è differenza tra i due termini!
    E poi, verso la fine di Bakuman, Eiji dice di voler realizzare il miglior FUMETTO al mondo, che possa competere anche con quelli americani o di altri paesi, quindi...

    E poi, avete la mia stima anche per un'altra cosa: odio dal profondo tutte quelle pagine "otaku kawaii baka aishiteru!!!111 xdxdxdxd" che infestano Facebook e che hanno un sacco di follower, non facendo altro che postare immagini o fanart di anime commerciali random.

    Detto ciò, torno a leggere il manga di Capitan Tsubasa e poi passo a un vecchio PK.

    RispondiElimina